Dieci giorni per Pasolini

Dieci giorni sulle tracce di Pasolini. Canzoni e foto, il decamerone inedito

Una mostra ma anche un tour in autobus lungo “Le strade di Pasolini”: da venerdì 25 settembre a domenica 4 ottobre una maratone per ricordare i quarant’anni dalla tragica scomparsa di Pier Paolo Pasolini

Layout 1

Pasolini attraverso i suoi luoghi reali e di parole, quelli che attraversava alla ricerca di ispirazione per i suoi romanzi e non solo. Dunque Pasolini scrittore, regista e (cosa che pochissimi conoscono) autore di canzoni. Da venerdì 25 settembre a domenica 4 ottobre per ricordare i quarant’anni dalla tragica scomparsa di Pier Paolo Pasolini, una serie di momenti raccolti in un percorso unico che prende il nome di “conPasolini”. L’evento organizzato da Roberto Ippolito e dalla Libreria Nuova Europa “I granai” di via Rigamonti, intende condurre sui “luoghi” pasoliniani per dieci giorni chi non li ha mai conosciuti, oppure chi volesse percorrerli di nuovo. Un “decamerone” pasoliniano per raccontare il percorso di una vita.

Si comincia venerdì con la mostra fotografica “I tanti Pasolini”, ventisei scatti, per la maggior parte inediti presentati da Filippo La porta e visibili al pubblico per tutta la durata della manifestazione, che ritraggono espressioni, posture e perfino vestiti con eccezionale varietà, ma soprattutto svelano l’anima di un uomo: al Premio Strega in veste di candidato, in tribunale accusato di vilipendio alla Religione di Stato per il film “La Ricotta” o al Premio Viareggio con Ungaretti.
Sabato 26 settembre alle 18.00 Irene Toppetta propone al pubblico uno studio originale sulle canzoni scritte da Pasolini. Un repertorio importante ma poco visitato, che ricorda il contributo prezioso dell’artista anche in campo musicale. Accompagnati dalla chitarra di Fabio Micalizzi e dalla voce di Marta La Noce, si rivivono alcune fra le canzoni più belle scritte da lui: da “Che cosa sono le nuvole” a “Teresa Macrì detta Pazzia”.
Giovedì 1 ottobre alle 18.00 è la volta di Fulvio Abbate, autore di “Pasolini raccontato a tutti”. Abbate ricostruisce le vicende di Pasolini e il suo impatto nella società di ieri e di oggi, ne delinea il profilo attraverso la testimonianza di chi l’ha conosciuto, frequentato, o soltanto incrociato.

1308664990459_archivio_poeti

In anteprima nazionale sabato 3 ottobre alle 12.00 Mario Desiati presenta “Comizi d’amore”, libro a cura di Graziella Chiarcossi e Maria D’Agostini. Era il 1963 quando Pasolini realizzò l’inchiesta sugli italiani e la sessualità e il volume omonimo raccoglie la trascrizione del film, i documenti, il materiale preparatorio e le fotografie di scena di Mario Dondero e Angelo Novi.
Infine si va fisicamente sulle tracce di Pasolini domenica 4 ottobre. Con partenza alle 9.00 alla Libreria Nuova Europa I Granai, è prevista la visita di una giornata intera in pullman “Le strade di Pasolini”. Uno dopo l’altro vengono visitati i luoghi simbolo che hanno segnato a Roma le vicende artistiche come quelle personali: da Monteverde a Ostia, dal Pigneto al Mandrione, la Roma dei “ragazzi di vita” e di “Petrolio”. In tutti gli appuntamenti letture di Elisa Ferrini e Matteo Francese.

Patrizio J. Macci (da Affaritaliani.it)

email